Servizi

Guidonia Montecelio

Il Comune

Il capoluogo comunale si è formato nel 1935 intorno alla cosiddetta “città aeronautica”, sviluppatasi all’epoca della prima guerra mondiale accanto ad alcuni campi di addestramento dell’aviazione.

Fu Mussolini a chiamare il nuovo nucleo urbano con il nome Guidonia, in memoria del defunto Ten. Gen. A. Guidoni, morto tragicamente durante un lancio col paracadute.

Ben più antica è la storia della località di Montecelio: nel sito dell’attuale abitato, popolato sin dal neolitico, sorgeva probabilmente la romana CORNICULUM. A lungo contesa nel Medioevo tra gli Orsini e gli Anguillara, entrò a far parte dello Stato Pontificio nel 1445, per passare ai Cesi nel 1550 e ai Borghese nel 1678. Il comune è stato istituito il 21 ottobre del 1937. Il capoluogo comunale si fregia della chiesa novecentesca di Santa Maria di Loreto, sacrario dell’aeronautica. È tuttavia in località Montecelio che sorgono i monumenti di maggior pregio: dominato dai ruderi della rocca medievale (X secolo), questo insediamento racchiude il seicentesco palazzo del Principe, la chiesa quattrocentesca di San Lorenzo Martire e quella di Sant’Antonino, del secolo successivo, nonché le chiese settecentesche di San Michele Arcangelo, con annesso convento francescano, e di San Giovanni Evangelista, affiancata da due torri cilindriche più recenti.

Oggi Guidonia occupa una superficie di 79,06 Kmq e ospita 81.496 abitanti. Urbanisticamente è molto eterogenea. I quartieri nuovi affiancano il primitivo nucleo abitativo rimasto legato all’architettura in voga nel periodo fascista.

Dall’iniziale struttura bipolare, formata da Montecelio e Guidonia si è passati ad una policentrica con nuovi tessuti urbani:

  • Albuccione
  • Villanova
  • Setteville
  • Villalba
  • Castell’Arcione
  • Bivio di Guidonia
  • La Botte
  • Colle Fiorito
  • Colle Verde

Galleria Fotografica

  • ...
  • ...
  • ...
  • ...
  • ...
  • ...